fbpx Skip to main content

Serviva una reazione forte dopo la sconfitta di Soave. E la reazione è arrivata, eccome!

Al Giuriato il Lonigo si presenta con le statistiche dalla sua: primo in classifica e zero sconfitte finora. Ma i ragazzi di Rutzittu fanno subito capire alla capolista di avere pane per i suoi denti.

Il San Pietro prova fin da subito a prendere in mano la partita e mettere pressione agli ospiti. Al quarto d’ora gol annullato ad Urbani per un’irregolarità in mischia. La decisione desta più di qualche perplessità. Il Lonigo è vivace sugli esterni, ma la difesa neroverde respinge agevolmente ogni attacco. Al 27mo arriva l’1-0 della squadra di casa. Flipper in area con palla che arriva al limite dove c’è Zamperetti, di professione difensore, che libera il destro beffando un distratto portiere ospite. Il vantaggio è meritato e la reazione del Lonigo è sterile e poco pericolosa, così si va al riposo con i neroverdi avanti.

Nel secondo tempo gli ospiti alzano il baricentro, ma si trovano davanti una difesa di casa molto concentrata. Al 19mo della ripresa però da una punizione angolata, la palla attraversa tutta l’area e molte gambe fino a depositarsi nell’angolino per l’1-1. Palla al centro e San Pietro che si riversa subito in area avversaria; il portiere del Lonigo frana su Pegoraro e l’arbitro indica il dischetto. L’esecuzione di Trevisan è impeccabile e la squadra di Rutzittu torna subito in vantaggio. Il Lonigo parte all’assalto per trovare il pari e il San Pietro rimanda ogni velleità al mittente, fino al recupero quando un’ingenuità di Querci poteva costare cara. Il giovane difensore atterra in area un avversario, ma il conseguente penalty si stampa sul palo.

Al triplice fischio si può festeggiare lo sgarbo alla prima in classifica e la quarta piazza. E ora testa a domenica prossima in casa del Brendola dove c’è la nuova capolista da sgambettare.

Orgogliosi e fieri sempre!