fbpx Skip to main content

Sabato scorso è ricominciato il cammino dei Juniores in campionato.
Al Giuriato è arrivato un netto successo per dei neroverdi sullo Spes Pojana, grazie ai gol di Cocco, Canevarolo T. e alla doppietta di Leonardo Faccin.
Proprio quest’ultimo, assieme a Matteo Dambi, stanno contribuendo con 17 reti in due al secondo posto in classifica. E si stanno inserendo gradualmente nei meccanismi di mister Rutzittu in prima squadra.

Gli juniores stanno facendo bene anche grazie ai tuoi gol…
MATTEO: Penso sia grazie a tutto l’organico che sta dimostrando di avere grande valore. Io mi limito a far valere un po’ di esperienza in più.
LEONARDO: Stiamo andando bene anche grazie ai miei gol ma non è mai un giocatore solo che fa una squadra. Siamo un collettivo molto valido.

Che differenza hai riscontrato tra Juniores e prima squadra?
MATTEO: C’è veramente un abisso tra le due categorie. Devo ammettere che non è stato per niente facile abituarsi ai ritmi della prima, ma pian piano ci sto riuscendo.
LEONARDO: In prima squadra c’è molta intensità durante gli allenamenti, mentre nei Juniores è come giocare con gli amici di sempre. E’ un po’ diverso.

E come sono i due spogliatoi?
MATTEO: Sono tra i più grande nei Juniores e uno tra i più piccoli in prima, quindi la vivo in maniera completamente diversa.
Ma i due ambienti sono fantastici, sia a livello calcistico che a livello umano. Ed è grazie al gruppo che secondo me siamo riusciti a portare a casa più di qualche partita.
LEONARDO: Non ho riscontrato particolari differenze, se non quelle di età. Trovo entrambi i gruppi molto affiatati e coesi.

Quali sono i tuoi obiettivi personali?
MATTEO: Dato che è l’ultimo anno che posso fare con gli Juniores mi piacerebbe concluderlo bene. Per adesso non ho grandi ambizioni in prima squadra, ma l’obiettivo è di trovare un posto tra i titolari. Non sarà facile vista la qualità dei miei compagni.
LEONARDO: Vorrei riuscire a segnare diversi gol con i Juniores, per cercare di migliorare la mia condizione fisica dopo l’infortunio al ginocchio. Poi vorrei cogliere tutte le chances che mi verranno date in prima squadra.