fbpx Skip to main content

PRIMI, A PUNTEGGIO PIENO E MIGLIOR DIFESA. QUESTO È L’INIZIO DI STAGIONE TRAVOLGENTE DEI NOSTRI GIOVANISSIMI.

Di questo successo ne abbiamo parlato con il mister Giuseppe Cardullo  toccando anche diverse questioni interessanti per questa categoria.

 

MISTER, COME SONO STATI QUESTI PRIMI MESI CON I RAGAZZI DEI GIOVANISSIMI.

Devo dire che mi sto divertendo molto e appassionando anche tanto. Tutti i ragazzi mostrano impegno, grinta ed entusiasmo; tutte qualità importanti per crescere e migliorare.

 

SIETI PRIMI E CON LA MIGLIOR DIFESA! SODDISFATTO?

Innanzitutto sono in linea con l’obiettivo del GS San Pietro; ossia quello di far divertire i ragazzi, farli crescere come persone e come giocatori. Condivido pienamente i valori dell’associazione che considero la base di ogni associazione sportiva dilettantistica.

È importante comunque anche che i ragazzi facciano esperienze di successo, così intuiscono il loro potenziale.

Penso però che per un allenatore non debba mai sentirsi completamente soddisfatto.

 

COSA VORREBBE MIGLIORARE IN FUTURO?

Con i ragazzi cerchiamo di allenare gli aspetti tattici, tecnici, atletici e mentali. Tutti molto utili e, come è naturale che sia alla loro età, sono tutti da migliorare.

Considero particolarmente importante la preparazione tecnica, per la quale chiedo spesso un impegno individuale extra. Ritengo che se migliora tecnicamente un singolo giocatore, ne beneficia tutta la squadra.

 

COME VEDE QUESTO CAMPIONATO IN RELAZIONE ANCHE AI RISULTATI DELLE ALTRE SQUADRE?

Spesso si vedono dei divari importanti tra le varie squadre del girone con risultati di partita a volte imbarazzanti.

In questi casi l’allenatore deve trasmettere un messaggio positivo ai ragazzi che li aiuti a crescere e a divertirsi anche quando non vincono.

Sono anche del parere che a livello giovanile ci si deve aiutare molto fra allenatori, evitando di infierire quando si gioca con le squadre meno forti.

 

COSA TI ASPETTA DAI PROSSIMI IMPEGNI?

Non ho dubbi sul fatto che i miei ragazzi faranno bene fino al termine del girone autunnale. Alla ripresa bisognerà lavorare a 360° credendoci fino in fondo, non dando nulla per scontato.

Dicono che “chi ben inizia è a metà dell’opera” e quindi avanti tutta!

Potrebbe essere un campionato da ricordare.