fbpx Skip to main content

Mattia De Antoni intervista Davide Polo che è alla guida della difesa dei Juniores neroverdi e che, con le sue grandi doti, si è guadagnato la fascia di capitano.
Il difensore classe 2001 interpreta il suo ruolo con intelligenza e concretezza. Non disdegna neppure di gonfiare la rete avversaria, già 3 i gol messi a segno questa stagione.
Un giocatore promettente, chissà se lo vedremo presto in prima squadra…

Davide, da quanto giochi a calcio e perché proprio al San Pietro?
Gioco a calcio da quando avevo 5/6 anni e per stare con i miei amici ho scelto allora il GS..
Non ho mai cambiato perché mi sento troppo bene a vestire questi colori.

Che giocatore ti definisci?
Mi ritengo umile, ma comunque un giocatore determinato.

Come sei finito a far il difensore centrale?
Nella mia giovane carriera ho provato diversi ruoli.
Tuttavia mi sono reso conto che questo è quello che mi calza meglio.

Un episodio calcistico che ricordi con piacere?
Ricordo il campionato vinto con gli Allievi nella stagione 2016/2017.
E poi, sicuramente,  l’esordio in prima squadra ad agosto scorso.

Come giudichi fin qui la stagione dei Juniores?
E’ stata una stagione positiva. Anche se secondo me potevamo toglierci sicuramente più soddisfazioni.

Pregi e difetti di questa squadra?
Di certo abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. E siamo un gruppo molto unito.
C’è da dire però che quando giochiamo con squadre meno attrezzate di noi, spesso ci abbassiamo ai loro livello e questo non va bene.

Ti piacerebbe andare in prima squadra?
Si, ne sarei molto orgoglioso. Per il momento mi godo l’esordio in Coppa Veneto col San Vitale e le partite in cui son stato convocato.

Orgogliosi e fieri sempre!

 

Mattia De Antoni