fbpx Skip to main content

Il protagonista della 7° giornata di campionato è il centravanti Edoardo Peruffo, che fa diventare il derby con il San Vitale una partita da ricordare.

La nostra punta, classe ’94, su 10 derby giocati in neroverde, ha violato la porta biancoceleste per 9 volte, regalando al GS S.Pietro il modo di essere, ancora una volta, orgoglioso e fiero.

Domenica, a fine partita, abbiamo avuto un confronto con Edoardo in una veloce intervista durante la quale ha raccontato il suo arrivo, nel 2014, al GS S.Pietro, fresco di retrocessione e ci poi ha resi partecipi dei suoi obiettivi futuri.

Dove giocavi prima di arrivare al GS. S.Pietro e cosa pensavi guadagnare nel cambio?
“Ho fatto le giovanili nel Sovizzo e nel San Pietro vedevo solo una squadra di calcio in cui fare esperienza e crescere come giocatore” dice la punta “ma dopo poco mi sono accorto ero parte di un gruppo, di una famiglia, in cui crescere come persona”.

A fine 2017 un grave infortunio ti ferma per un bel po’. Come è stato il ritorno?
“La verità è che durante il momento di riposo mi sono caricato notevolmente e quando sono ritornato in campo ero un giocatore fortemente motivato, deciso a vincere le mie scommesse e a raggiungere i miei obiettivi”.

E per quest’anno? Quale scommessa hai fatto con te stesso?
“Quest’anno voglio arrivare in doppia cifra e migliorare i miei risultati costantemente anche nelle stagioni successive.”

Siamo sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo.