fbpx Skip to main content

Altra partita, altra capolista, altra vittoria per il San Pietro.
Domenica scorsa al Giuriato ci ha lasciato le penne e il trono il Lonigo, questa volta a raccogliere i cocci è stato il Brendola capitolato 2-3 in casa. Il segnale è chiaro: per le primissime posizioni ci sono anche i ragazzi di Rutzittu.
La squadra neroverde parte subito concentrata, consapevole della caratura dei rivali che sono bravi nel fraseggio e con ottime individualità.
Gli ospiti vanno sull’1-0 al quinto minuto. Chiarello infila la difesa avversaria in velocità, palla a Maccà che conclude e sulla respinta del portiere Pegoraro sigla il tap-in decisivo.
Il San Pietro legittima il vantaggio con diverse ghiotte occasioni capitate a Maccà, Pegoraro e Trevisan. Il Brendola si fa vedere solo con qualche mischia in area a caccia di una deviazione vincente o qualche improbabile rigore.
Al tramonto del primo tempo Pegoraro si mette in proprio e va a firmare lo 0-2 con un diagonale velenoso.
Nei primi minuti della ripresa un San Pietro in sonnolenza viene subito svegliato dal gol del Brendola, che accorcia le distanze e riapre il match.
Nonostante il gol, la formazione di Rutzittu fa spallucce, si riordina e piazza l’1-3. Ancora un’azione sull’asse Chiarello-Maccà impegnano il portiere locale, che respinge ma il primo ad arrivarci e Trevisan.
Il Brendola non ci sta, si innervosisce e si riversa in avanti. Ci mette anche l’esperienza, influenzando l’arbitro nelle decisioni. Infatti a metà ripresa, forse esausto per le continue proteste dei locali, il direttore di gara assegna un rigore inspiegabile fischiato probabilmente per il quieto vivere. Dal dischetto il Brendola non sbaglia e fa 2-3.
Nella mezz’oretta successiva si rintana nella fortezza per respingere gli attacchi brendolani, che sono poco corali e più affidati ai singoli. Il risultato sono qualche mischia da cardiopalma, una parata importante di Meggiolaro e soprattutto il punteggio che non cambia fino al triplice fischio.
Con questa vittoria i neroverdi si accasano al terzo posto e tengono nel mirino la vetta, con il Lonigo distante 4 punti.